Da cosa dipende il colore di una birra e in che fase del processo produttivo si decide? Dal momento che fra gli ingredienti l’acqua è inodore e insapore, il luppolo decreta il grado di amarezza e i lieviti si occupano della fermentazione, l’unico ingrediente che resta è il malto.
Ed è proprio il malto, 
e il suo grado di tostatura, da cui si può decretare il colore di una birra.

In breve:

–          Malti Chiari: vengono tostati a temperature fino a 80° e danno luogo a birre chiare;

–          Malti Ambrati: si ottengono con temperature di 100-110° e danno luogo a birre rosse;

–          Malti Scuri: si ottengono con temperature fino ai 150° e danno luogo a birre scure;

–          Malti Speciali: per esempio quelli cosiddetti “coloranti” che si ottengono con temperature fino ai 200°, oppure il tipo “chocolate” a 230°, che danno luogo per esempio a birre stout.

colori di una birra


SCARICA IL NOSTRO CATALOGO BIRRE COMPLETO!