Un vino che rispecchia, nella preparazione e nel gusto, tutto il carattere di una regione di grandi tradizioni come il Trentino. Un vino pieno di personalità, che non scende a compromessi.

Stiamo parlando di Oro Rosso, fiore all’occhiello di una cantina storica come Cembra Cantina di Montagna. E ne parliamo con un esperto in materia, il Direttore Generale dell’Azienda Massimo Benetello.

Benetello Oro Rosso

Veneto, dalla lunga e comprovata esperienza nel campo del management e dell’enologia, Benetello è da un anno e mezzo ai vertici societari di La-Vis e Cembra Cantina di Montagna. Dopo poche parole scambiate, già capiamo quanto questa azienda rappresenti qualcosa di più di un semplice centro di produzione:

«La cooperativa La-Vis» – esordisce – «è un punto di riferimento nel territorio Nord della Provincia di Trento da 70 anni. Nasce infatti nel 1948 come organizzazione di piccoli appezzamenti che si occupano sia della vinificazione che della commercializzazione. La crescita è costante e importante, ma la svolta avviene nei primi anni 2000 con l’accorpamento delle Cantine di Cembra».

oro rosso cembra2

Perché la Val di Cembra, ci spiega, è un’istituzione nel campo della produzione del vino:

«Abbiamo la peculiarità di essere la seconda cooperativa più alta d’Europa. L’altitudine rende la viticoltura quasi estrema, basata su oltre 740 km di terrazze. Quello che poteva essere uno svantaggio è diventato un tratto caratteristico di questi prodotti, un marchio di fabbrica: ne forma il carattere diretto e vero, ben rappresentativo della storia di gente di montagna che ha iniziato un progetto con l’obiettivo della “sopravvivenza” e col tempo ne ha fatto un marchio che sta dando e darà frutti importanti. Ma che, nonostante questo, ha mantenuto le regole di un tempo: il ricorso a una viticoltura eroica, a trattamenti a mano, alla sostenibilità e al rispetto per l’ambiente».

Oro Rosso Cembra

Parliamo di Oro Rosso, nello specifico. Un vino prodotto con metodo classico Trento DOC e caratterizzato dal forte carattere:

«Mi piace descriverlo, in sintesi, come un vino verace e per niente ruffiano.
Un vino che piace, tanto che richiama anche un frequente flusso turistico ad hoc, ma che non si adatta al mercato per piacere. Anzi, piace proprio perché non si adatta al mercato. Perché è vero, diretto, fortemente legato alle sue origini e alla sua storia: come la gente di montagna. Basti pensare a due fattori della sua produzione: il primo è il tempo di maturazione – 60 mesi – perché il vero carattere necessita del suo tempo per esprimersi.
Il secondo è il fatto che non sia dosato, per mantenere intatte le sue caratteristiche naturali. Un vino autentico, talmente profondo da fare innamorare, che prende il nome dal territorio porfirico, rosso, in cui è prodotto».

oro rosso

Questo breve excursus che abbiamo affrontato su Cembra Cantina di Montagna altro non è che un viaggio alla scoperta di un mondo, di un modo di vivere, prima della mera e tecnica descrizione di un prodotto.
Un mondo che una volta conosciuto darà un senso più forte e completo a ciò che si beve e a ciò che si vende. Ne farà sentire parte.
Un mondo che, grazie alla cordiale e opportuna collaborazione di una figura di spicco di Cembra Cantina di Montagna come Massimo Benetello, ora ci è più chiaro e concreto.

Per saperne di più sulle referenze Oro Rosso e sulle caratteristiche tecniche, ti rimandiamo a questo link.