Sempre più un momento fondamentale nella vita di un bar, l’aperitivo in Italia ha subito un’evoluzione che è andata di pari passo con l’evoluzione dei costumi. Dai vermouth di un tempo accompagnati da stuzzichini si è passati a una sorta di “mini-pasto”, con vini al bicchiere e sfiziosità salate. Quali sono e come scegliere, dunque, i giusti vini per l’aperitivo?

BOLLICINE, BIANCHI FERMI O ROSSI?

La scelta è ovviamente soggettiva e legata al territorio di provenienza, oltre che alla stagionalità. A parte le bollicine, aperitivi per eccellenza tutto l’anno, il bianco tende ad essere un aperitivo estivo a differenza del rosso, più idoneo per le serate autunnali e invernali.

VINI FRIZZANTI

Il frizzante è il vino da aperitivo per eccellenza. Facilmente abbinabile a ogni tipo di appetizer per la facilità di beva e per il gusto elegante.

  • Quando parliamo di bollicine parliamo ovviamente innanzitutto di Prosecco e in particolare della sua versione Extra Dry, più dolce rispetto al Brut (CLICCA QUI per scoprire le differenze tra Prosecco Brut ed Extra Dry).

I Nostri Consigli (clicca sulle immagini per i dettagli)

  • Negli Happy Hour più “esclusivi” spazio anche al perlage fine e inebriante del Franciacorta e del Trento DOC

VINI BIANCHI FERMI

Chi non ama le bolle troverà comunque sollievo nei vini bianchi freschi o aromatici, rigorosamente fruttati e giovani, ma corredati da una buona acidità per accompagnarsi agli abbinamenti. E allora si opti per un buon Chardonnay, oppure per l’aroma di un Muller Thurgau o di un Gewurztraminer.

I Nostri Consigli (clicca sulle immagini per i dettagli)

VINI ROSSI

Per gli amanti del vino rosso, la parola d’ordine è leggerezza. Evitare i vini troppo evoluti e alcolici e optare per la freschezza di vini giovani come il Bardolino e il Merlot.

I Nostri Consigli (clicca sulle immagini per i dettagli)

E voi, in vista del weekend, quali vini sceglierete per il vostro aperitivo?


Clicca qui e scarica gratis il nostro Catalogo Vini Esclusivi!